Info e Normative

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL'INSTALLAZIONE
Ogni manufatto pubblicitario che si vede da strade comunali deve esser autorizzato, se su strade provinciali o regionali anche da questi enti. Ogni comune ha il proprio regolamento.
Per quanto riguarda i comuni del lago per i centri storici bisogna fare molta attenzione, in quanto richiedono anche l'impatto ambientale e la relazione paesaggistica che deve essere redatta da un professionista, architetto, geometra o ingegnere, il cui costo a volte supera il valore del lavoro da realizzare.

TASSA PUBBLICITARIA
La tua "insegna di esercizio", (insegna, cartello o targa) non è soggetta a tassa pubblicitaria (l'autorizzazione però serve comunque) se la sua superficie è inferiore a 5 mq.

Dal Regolamento ICA:
Si definisce "insegna di esercizio" la scritta in caratteri alfanumerici, completata eventualmente da simboli o da marchi, realizzata e supportata con materiali di qualsiasi natura, installata nella sede dell'attività a cui si riferisce. Può essere luminosa sia per luce propria che per luce indiretta. Il comma 6 dell'art. 2-bis, precisa ulteriormente che detta scritta deve avere "la funzione di indicare al pubblico il luogo di svolgimento dell'attività commerciale.
Possono definirsi "insegne di esercizio" le scritte o le insegne poste sulla sede dell'attività commerciale contenenti l'indicazione del nome del soggetto o della denominazione dell'impresa che svolge l'attività, della tipologia dell'attività esercitata e del marchio del prodotto commercializzato o del servizio offerto se contenuto nello stesso mezzo recante il nome del soggetto o la denominazione dell'impresa.
Non possono essere definite insegne di esercizio le scritte relative al marchio del prodotto venduto nel caso in cui siano contenute in un distinto mezzo pubblicitario, che viene, esposto in aggiunta ad un'insegna di esercizio, ovvero l'indicazione di uno specifico servizio offerto, poiché questa circostanza manifesta chiaramente l'esclusivo intento di pubblicizzare i prodotti in vendita o i servizi offerti.
Non possono altresì definirsi insegne di esercizio quei mezzi che, installati presso la sede dell'attività, riportino esclusivamente messaggi riferiti a servizi particolari offerti alla clientela, senza che in abbinamento a tali messaggi sia associata la ragione sociale dell'attività o la sua tipologia, né quei mezzi che siano collocati esternamente alla sede di svolgimento dell'attività (cartelli stradali, preinsegne, frecce direzionali cavalletti e simili).
É evidente che l'agevolazione (esenzione insegne fino a 5 mq.) riguarda solo quelle insegne che hanno la funzione di identificare il luogo di esercizio dell'attività mentre se viene propagandato il prodotto venduto si è in presenza di messaggio pubblicitario.